Giuseppe Montaldo
Amore e Spirito


La crescita interiore


Nella vita percorriamo due binari che corrono paralleli ma lontani.
Scopo della nostra vita-evoluzione è avvicinare questi due binari fino a farli coincidere.
Il primo binario è il percorso dell’anima, quello che ci mette in contatto con l’amore che pervade tutto l’universo. Che ci fa salire in alto. Quando percorriamo questo binario stiamo bene, ci sentiamo in armonia con il tutto e abbiamo una forza che potrebbe smuovere le montagne.
...continua a leggere...

 

UNA LETTERA D`AMORE DI JOHN LENNON E YOKO ONO

 

La forza della coppia 

Pubblicata sul New York Times il 27 maggio 1979
Negli ultimi dieci anni ci siamo accorti che ogni cosa che desideravamo si avverava a tempo debito, buona o cattiva, in un modo o nell`altro. Abbiamo continuato a dirci che uno di questi giorni avremmo dovuto organizzarci e desiderare solo cose buone. Poi è arrivato il nostro bambino! Eravamo felicissimi e allo stesso tempo ci sentivamo molto responsabili. Ora i nostri desideri avrebbero influenzato anche lui. Abbiamo sentito che era ora di finirla con le discussioni e metterci a rivedere i nostri meccanismi di desiderio: la Pulizia Primaverile delle nostre menti! E stato un lavoro grosso. Ci capitava di trovare nei vecchi armadi della nostra mente cose che non sapevamo di possedere ancora, cose che avremmo sperato di non trovare più....continua a leggere...

 

ALBERI SENZA RADICI


di Michelle Bonev
 

Bisogna avere il coraggio di seguire le emozioni e i mutamenti che avvengono dentro di noi, perché non c`è arte più grande nella vita, che l`arte di viverla!"
 

Io so cosa sente un`anima che soffre. Sono passata dall`inferno e so come brucia il suo fuoco. Non c`è
sofferenza più grande di quella interiore. Comincia da quando siamo nati, e finisce con la morte. A volte è così insopportabile che non riusciamo più a contenerla. Abbiamo bisogno di reagire. Non importa come, non importa verso chi, l`importante è buttarla fuori da noi. Il rancore partorisce la violenza. Ci chiediamo: "Perché dobbiamo stare così male? Noi non meritiamo tutto questo dolore, vogliamo essere felici!".
La nostra mente oppressa da genitori, insegnanti, regole, punizioni, può scoppiare da un momento all`altro e fare cose inimmaginabili, fuori dai canoni della nostra comprensione. E noi cerchiamo ancora il movente, restando inorriditi e confusi davanti al fatto che una figlia uccida sua madre o un marito sua moglie. Riempiamo i giornali di notizie strazianti, cercando di capire; consultiamo gli psicologi e continuiamo a chiederci: "Ma qual è il movente?". 


Come riconoscere l`amore


L`energia del cuore non ha sfumature sentimentali: l`amore non ha emozione e segue ritmi diversi.

Molti si chiedono: cos`è veramente l`amore? Come riesco a distinguerlo da altri sentimenti di affetto? Sappiamo che possiamo trovarlo nel cuore, al centro del quarto chakra. Eppure, molti quando l`incontrano per la prima volta si chiedono: dov`è?

L`energia del cuore non ha infatti alcuna sfumatura sentimentale. L`amore non è emozione e segue dei ritmi completamente diversi: le emozioni vanno e vengono, sono soggette alle situazioni, hanno degli alti e bassi; l`amore è costante, è un sintonizzarsi con se stessi. Le emozioni legate all`innamoramento passano, mentre l`amore resta.

L`amore non dipende quindi dal partner, ma dal nostro centro. E` uno spazio al centro del nostro petto che permette ai pensieri e ai sentimenti di entrare e di uscire incondizionatamente, accetta tutti i moti interiori senza giudizio, non ci paragona con gli altri e non confronta i nostri comportamenti con i nostri ideali.

Lama Yesce, il nostro primo maestro tantrico, parla dell`amore come «uno stato mentale infuso di chiarezza, di semplicità e tolleranza, dotato di serena saggezza e di profonda compassione. Consiste nell`aprire totalmente il nostro cuore, mantenendolo tale il più possibile.»

...continua a leggere...

 

La mia sessualità (Salvatore Brizzi)


Approfitto di questo articolo per pubblicizzare l’uscita del mio nuovo libro, La sacra sessualità, e per rispondere ad alcune considerazioni sul sesso che mi sono state fatte in merito al mio post Cancellati da questo blog.


In una mail un signore ha scritto: “Tu e tutti i “guru” come te approfittate della vostra posizione privilegiata per fare sesso (espressione mia; nell’originale era più volgare) a destra e a manca senza alcuna morale e senza alcun rispetto per la donna. Parlate di spiritualità, ma poi la vostra vita non è per nulla spirituale. ...”

Firmato: Shantiman (che vuol dire “pensiero di pace” oppure “uomo che vive nella pace”).

...continua a leggere...


 

 Sono un maestro tantrico
Andrew Cohen intervista Barry Long


"Si può dire che sono stato istruito dal principio divino della donna. Esso mi ha guidato, mi ha crocefisso e certamente mi ha amato. Io sono un prodotto di quell`amore, così come lo è il mio insegnamento." Un`intervista di Andrew Cohen con il maestro tantrico Barry Long, scomparso nel 2003. “Sto bene e mi farebbe piacere passare un po’ di tempo con te a settembre, se mi fai sapere la data al più presto. Potremmo lasciare da parte l’Assoluto e parlare dell’amore tra uomo e donna, che sembra così problematico?” Questo mi ha scritto Barry Long la scorsa estate… Sarebbe stato il mio secondo incontro con Barry Long, insegnante spirituale e maestro tantrico per sua stessa definizione, che vive sulla costa nord del New South Wales,in Australia, con Sara, “la sola donna con cui ora [nel 1998, al tempo dell’intervista ndt] fa l’amore”....continua a leggere...


Bauman: "Le emozioni passano i sentimenti vanno coltivati"


Non conosciamo più la gioia delle cose durevoli, frutto di lavoro. Il grande sociologo spiega come i legami siano stati sostituiti dalle "connessioni". E aggiunge: "Ogni relazione rimane unica: non si può imparare a voler bene". Disconnettersi è solo un gioco. Farsi amici offline richiede impegno. Amarsi e rimanere insieme tutta la vita. Un tempo, qualche generazione fa, non solo era possibile, ma era la norma. Oggi, invece, è diventato una rarità, una scelta invidiabile o folle, a seconda dei punti di vista. ...continua a leggere...


Amore e confini dell`IO


Una delle principali caratteristiche del vero amore è quella di riconoscere e rispettare l`individualità dell`essere amato. Il vero amore non solo rispetta l`individualità della persona amata ma cerca di favorirla, anche a costo di doversene separare o di perderla. Il fine ultimo della vita è sempre la crescita spirituale dell`individuo, il viaggio solitario verso vette che si possono scalare soltanto da soli (Voglia di bene - Morgan Scott Peck). Belle parole! Ma cosa vuol dire?...continua a leggere...

 

Arianna Editrice Amare è una vocazione, non una brama

Ci sono molte cose che non vanno nel modo di amare degli uomini (e delle donne) moderni, ma tutte, o quasi, si possono riassumere in una formula: che l’amore non è più sentito come una chiamata, come una vocazione e come un completamento del proprio destino, ma essenzialmente come una brama, come uno stimolo   da soddisfare ad ogni costo, non molto diverso dagli altri stimoli corporali, come quello di grattarsi se si avverte un prurito sulla pelle. L’amore non è più visto come una relazione che ci completa, che ci realizza, e nella quale troviamo il significato del nostro esistere; ma come un fatto individuale, come una specie di diritto naturale della persona, una richiesta e un bisogno dell’io, nel quale il tu c’entra pochissimo, se non come corpo e come strumento di gratificazione del proprio io....continua a leggere...