Giuseppe Montaldo
Musicoterapia

L`effetto Mozart

 

Daniil Trifonov nel concerto di Mozart n° 23 in A major k 488
 

 


Mozart Sonata per due piano concerto n° 23 in A major k 488
 


 

Jonathan Goldman è un sound healer (guaritore del suono) di fama internazionale ed è stato pioniere nel campo delle armoniche a uso curativo. Ha pubblicato per “Il Punto d’Incontro” il titolo: Il Potere di Guarigione dei Suoni. Jonathan Goldman tiene in tutto il mondo conferenze ed incontri sugli usi terapeutici e trasformativi del suono e della musica. È direttore della Sound Healers association e presidente della Spirit Music di Boulder, nel Colorado, che produce musica per meditazione e guarigione.
Ha studiato con maestri di tradizioni spirituali e scientifiche ed è stato autorizzato dal maestro di canto del monastero di Drepung Loseling ad insegnare il sacro canto ipertonico del Tibet.  

Il dr. Hans Jenny è stato un medico e naturalista svizzero. È considerato il padre della cimatica, lo studio della forma delle onde.
Cimatica deriva da Kyma, dal greco Onda, come studio dei fenomeni ondulatori.
È scientificamente provato che il suono ha la capacità di creare forme, il Dr. Hans Jenny scrisse: "è oltre ogni dubbio che quando è in atto un tipo di organizzazione le figure armoniche della fisica sono di fatto essenzialmente simili ai modelli armonici della natura organica… al primo posto abbiamo l’esperienza certa che un sistema armonico come quello visualizzato nei nostri esperimenti nasce dalle oscillazioni nella forma di intervalli e di frequenze armoniche. Questo è incontestabile…"
Il Dr. Jenny fu anche attratto dal potenziali della voce come strumento di guarigione e trasformazione, i suoi esperimenti puntavano a registrare gli effetti di frequenze di onde sinusoidali su sostanze inorganiche, a tale proposito dice:
"Il grosso del lavoro su ciò che può essere chiamato melodia o parlato deve ancora essere fatto, questo porta la laringe e la sua azione nell’ambito dei nostri studi, al tempo stesso noi ci confrontiamo con l’origine degli effetti delle vibrazioni, l’elemento generativo, dobbiamo imparare che la laringe è un organo creativo che dispone di una sorta di natura onnipotente. " 

Alfred A. Tomatis (1920-2001) medico otorinolaringoiatra francese, iniziatore di una scuola di specialisti dell`udito, è stato il fondatore di centri per la riabilitazione dell`ascolto e l`autore di numerose opere scientifiche sia specialistiche sia divulgative.
Dice Tomatis. "Il suono prodotto non è nella bocca, non è nel corpo ma di fatto nelle ossa, sono tutte le ossa del corpo a risuonare ed è come se una vibrazione stimolasse le mura di una chiesa e le facesse risuonare… ascoltando meglio i suoni della vita, anziché escluderli, siamo spinti a cercare una forza armonica nel fracasso privo di significato delle nostre situazioni, si tratta di un secondo ascolto, viene dal silenzio.
Vi sono vari livelli di ascolto, ciascuno di essi conduce al successivo, vista in questo modo unificato, la musica armonica, mettendo in relazione i campi vibrazionali interni ed esterni, è la sorgente di ogni significativo accadimento umano e musicale."
Tomatis crede che una delle funzioni principali dell’orecchio sia provvedere, tramite il suono, a stimolare la corteccia cerebrale ed al 90-95% della carica totale del corpo.
In particolare la musica di Mozart e il canto dei Gregoriani, secondo Tomatis, contiene tutte le frequenze dello spettro vocale, da circa 70 cicli al secondo fino a 9.000, queste sono anche le frequenze che si possono trovare nell’accordo ad una voce dei monaci tibetani come in molte altre tecniche. 

Un esempio molto vicino a noi nella musica classica è per esempio il coro muto della Butterfly di Puccini o il Bolero di Ravel oppure nella musica moderna il rock dei Queen o brani dei Pink Floyd.  

Su quali princìpi si basa la musicoterapia?
L`universo è costituito da energia e materia. Tra materia ed energia esiste una relazione E = mc2.
La materia è costituita da particelle elementari che sono gli atomi. Questi costituiti da un nucleo formato da protone e neutrone e dagli elettroni che gli ruotano intorno formano le molecole che a loro volta formano gli organi e tutte le parti costituenti del nostro corpo. Anche il nostro corpo, come dimostra la fisica quantistica, è quindi costituto da organi che hanno una loro vibrazione. Quando questa vibrazione è armonica i nostri organi sono sani. Quando le vibrazioni sono basse i nostri organi sono ammalati.
I suoni sono energie caratterizzate da una certa frequenza. Ma non solo questo. Infatti essi, una volta emessi dalla voce umana o da altri strumenti, possono assumere delle tonalità dette armoniche. Le note prodotte non sono note pure ma sovrapposizioni di frequenze di note pure chiamate parziali. La più bassa in altezza è la nota fondamentale ed è quella che vibra alla frequenza più bassa; le altre vengono chiamate ipertoni.
Quando il nostro corpo interagisce con questi suoni armonici Il potere di guarigione dei suoni è basato sulla proprietà degli armonici di creare cambiamenti vibrazionali che avvengono nel corpo fisico, mentale, emozionale ed etereo.
In pratica i suoni,se emessi secondo determinate modalità ( tanti studiosi hanno sperimentato queste modalità) sia secondo la fonte e sia secondo le frequenze vibrazionali, hanno la capacità di riportare in equilibrio gli organi del nostro corpo ripristinando l`armonia.  

I metodi
La musicoterapia può essere considerata come un insieme di tecniche che utilizzano i suoni e/o la musica come uno strumento terapeutico.
I metodi si possono suddividere in metodi attivi, passivi o integrativi.
I metodi attivi sono quelli in cui la persona interviene direttamente nella produzione della musica.L`obbiettivo è far si che la persona si possa esprimere e sentirsi accettata dal mondo esterno.
Può essere utilizzato il canto, l’espressione corporea, la recitazione e gli strumenti musicali e ognuna di queste tecniche si usa separatamente o affiancata ad altre.
Il metodo passivo è quello in cui la persona si pone in posizione di ascolto della musica con lo scopo di ottenerne dei benefici in termini di rilassamento e benessere.
Infine il metodo integrato è quello che assomma ai due precedenti altre tecniche come lo yoga, la visualizzazione guidata, il training autogeno con la possibilità di modificare in maniera diversa la combinazione di queste metodiche. 

La risonanza
Ogni sistema fisico che sia caratterizzato da frequenze proprie di oscillazione può risuonare con una sorgente esterna.
Un fenomeno di risonanza provoca in genere un aumento significativo dell`ampiezza delle oscillazioni in un oggetto ricevente quando questi entra in risonanza con una emittente vibrazionale che ha una frequenza molto vicina alla propria.
Questa caratteristica può provocare il raggiungimento di ampiezze della vibrazione talmente alte da provocare una rottura del sistema ricevente.
Per esempio una cosa simile si può verificare nel caso dei ponti. Succede che determinati venti possono far risuonare il ponte, che possiede quella che si dice una frequenza propria di oscillazione, cioè di quel determinato valore che fa letteralmente "risuonare" tutta la struttura, la quale inizia a vibrare in modo sempre più intenso, con il rischio di una vera e propria rottura.
Oppure l`acuto di un cantante può entrare in risonanza con un bicchiere di cristallo fino a farlo esplodere. 

Le onde cerebrali
Le caratteristiche delle onde cerebrali sono quattro.In particolare:
Le onde beta con frequenza da 14 a 20 hz sono le onde in cui la persona è in normale di stato di veglia ed è attivo nella vita di tutti i giorni.
Le onde alpha con frequenza da 8 a 13,9 hz in cui la persona è in meditazione leggera oppure può essere molto concentrata su se stessa
Le onde theta con frequenza tra 4 e 7,9 hz in cui la persona sta in meditazione profonda,stato di sonno e nelle attività sciamaniche
ed infine le onde delta con frequenza tra 0,5 3 3,9 hz in cui la persona si trova nello stato di sonno REM, stato di meditazione o anche di guarigione profonda. 

Il toning
Il Toning (in Inglese `intonare `ma anche `tonificare`) è l’uso della voce come strumento di guarigione.
Esso descrive l`utilizzo di suoni vocali come strumento di guarigione.
Una definizione può essere che esso ha lo scopo di riportare la persona ai suoi livelli armonici.
Con il toning possiamo imparare ad usare la voce per farla risuonare con determinate parti del nostro corpo per cercare di ripristinare l`equilibrio e quindi la guarigione.
Si basa sul principio di risonanza, ogni organo, tessuto ed osso del nostro corpo ha una frequenza salutare a cui normalmente vibra, quando compare una malattia, le vibrazioni in quella parte del corpo cambiano, creando suoni in armonia con la frequenza di risonanza dell’organo sano è possibile cambiare il ritmo vibrazionale della parte del corpo malata per riportarla alla frequenza naturale.
E` importante quando si emettono i suoni che il terapeuta ricorra allo strumento dell`intenzione. L`intento induce un`energia fondamentale a quella del suono della voce. 

Cosa produce il suono nel cervello e nella nostra psiche?
Sono le endorfine ed alcune catecolamine, sostanze che, oltre ad altri effetti, facilitano il rilassamento psico-fisico ed il senso di benessere, l’innalzamento del tono dell’umore e di proteine che rinforzano la risposta immunitaria 

I sette chakra
Il settimo chakra è collegato al primo chakra e quindi troviamo la paura di vivere ma può essere associato anche alla paura della trascendenza quindi nei confronti di un Dio punitivo.
Al sesto chakra cui è associato il sistema nervoso e immunitario è collegata la paura di scegliere, di volere chiaramente ed allo stesso tempo la paura di riconoscere il proprio dolore.
Al quinto chakra (Gola, sistema fonetico) la paura di esprimere, di dire la verità, di essere oppresso e dell`ingiustizia oltre che di sentirsi in colp e di assumersi le responsabilit.
Al quarto chakra (cuore e circolazione) la paura di amare e di dare, la paura di essere abbandonati, la tristezza e la paura di non essere amati
Al terzo chakra (plesso solare, sistema digestivo) la paura di vivere le proprie emozioni ed i propri sentimenti, la paura di sentirsi in colpa per il fatto di provare certe emozioni e la difficoltà ad essere se stessi.
Al secondo chakra la paura di esprimersi sessualmente ed affettivamente.
Al primo chakra la paura della vita, alla sopravvivenza fisica e quindi alla volontà di vivere.  

Dove risuona il suono da noi prodotto?
Secondo Tomatis il suono non risuona nella bocca ma di fatto risuona nelle ossa. Sono le ossa a vibrare.
"sono tutte le ossa del corpo a risuonare ed è come se una vibrazione stimolasse le mura di una chiesa e le facesse risuonare."