Giuseppe Montaldo
Emisferi e onde cerebrali

     Emisferi cerebrali


      (e loro relazione con le scienze mediche)
      Perchè è importante il loro equilibrio.
      (Onde cerebrali. In che cosa ci possono aiutare nella vita di tutti i giorni)

 

Sappiamo che il nostro cervello emette 5 tipi di onde cerebrali:

- onde Delta: sono caratterizzate da una frequenza che va da 0,1 a 3.9 hertz. Sono le onde che caratterizzano gli stadi di sonno profondo.
- onde Theta: vanno dai 4 ai 7.9 hertz, caratterizzano gli stadi 1 e 2 del sonno REM. Possono essere indotte con regressione ipnotica e rilassamento profondo
- onde Alfa: sono caratterizzate da una frequenza che va dagli 8 ai 13.9 hertz, sono tipiche della meditazione profonda. Una delle caratteristiche delle onde alfa è la loro configurazione regolare e sincronizzata. Gli esperimenti condotti registrando le onde cerebrali di monaci Zen in meditazione hanno dimostrato che tale pratica dà luogo a un’emissione consistente di onde alfa.
- onde Beta: vanno dai 14 ai 30 hertz, si registrano in un soggetto cosciente nella normale attività.
- onde Gamma: vanno dai 30 ai 42 hertz, caratterizzano gli stati di particolare tensione.

Ormai è dimostrato scientificamente che abbassare le onde cerebrali (onde Alfa e Theta ) ha effetti importanti sulla nostra salute. Vengono prodotte endorfine, aumenta la materia grigia del cervello, il sistema immunitario viene rinforzato e lo stress di tutti i giorni si riduce (da una pubblicazione di Der Spiegel: www.gmontaldo.it/?p=68). Migliora quindi la qualità della vita. Le onde cerebrali basse (che significa maggior e miglior utilizzo dell` emisfero cerebrale destro) ci portano in uno stato di coscienza olistico. L`emisfero cerebrale destro ha una visione del tutto, vede la foresta e non l`albero. E` l`emisfero intuitivo. Unisce anziché dividere come fa invece l`emisfero cerebrale sinistro che è quello più relazionato con le onde beta [15-35 cicli], cioè la stato di coscienza che viviamo nella vita attiva di tutti i giorni.
Le onde gamma [oltre 35 cicli] che hanno una frequenza ancora più elevata, sono quelle con le quali viviamo ansia e stress. Sono queste situazioni che riducono la lucidità mentale e possono portarci verso malattie anche gravi.
La medicina ufficiale ha una visione esclusivamente `beta` da emisfero cerebrale sinistro.

Come ormai è noto a tutti. La visione riduzionistica cartesiana è alla base del paradigma scientifico dominante.
Questa visione scientifica detta anche riduzionista (ormai superata dalle ricerche più recenti) divide tutto in organi come se questi fossero separati e non inseriti in un contesto più grande in cui tutto è in collegamento.
La visione olistica è quella invece che considera la relazione armonica fra tutte le parti del corpo come la via maestra alla salute. Infatti i medici olisti conoscono materie che la medicina ufficiale ancora non prevede nei suoi programmi universitari come:
- omotossicologia;
- p.n.e.i . cioè psico-neuro-endocrino-immunologia;
- omeopatia;
- medicina antroposofica;
queste discipline, solo per accennarne alcune, curano il paziente nella sua totalità riportandolo all`equilibrio. I prodotti omeopatici (come si può vedere in questo filmato del fisico Emilio Del Giudice www.gmontaldo.it/?p=960027) sono sostanze dal principio attivo infinitesimale ma dal forte contenuto informativo e vibrazionale che hanno un grande potere riequilibrante.
I farmaci invece hanno un grande impatto chimico immediato e possono anche ridurre la sintomatologia ma provocano l`effetto opposto: destabilizzano il sistema, compromettono l`unità del tutto e portano grandi squilibri.
Riassumendo: abbassando le onde cerebrali entriamo in connessione con il tutto, sviluppiamo le nostre naturali doti naturali curative e andiamo verso la guarigione e la salute.
Le onde cerebrali alte invece ci collocano nella vita attiva di tutti i giorni, riusciamo ad essere presenti nella realtà con un approccio razionalistico caratterizzato però dal dualismo.
Entrambi i due emisferi sono indispensabili alla vita. Il segreto è però equilibrarli ed integrarli. Oggi invece tutta la società è improntata e condizionata dalle onde beta e dal cervello sinistro. Attraverso le onde alte siamo più facilmente programmabili e condizionabili.