3 febbraio 2018
 

LE ORIGINI DELLA PSICO-BIO-GENEALOGIA

Gli scienziati puri della medicina ufficiale pensano che noi siamo esseri in balia di virus e microbi cattivi. Questi sono intorno a noi pronti a saltarci addosso. La realtà è ben diversa. La malattia nasce quando le nostre difese naturali non sono in grado di debellare la malattia.
Henri Laborit, il padre della psico-biologia, ce lo spiega molto bene nel film ‘Mon oncle d’Amerique’ del 1980, regia di Alain Resnaìs e interpretato da Gerard Depardieu (lo potete vedere qui).
Nell’esperimento con i topi Laborit, che nel film interpreta se stesso, dice testualmente:
“Egli (il topo) apprende che ogni azione è inefficace, e che non può né fuggire né lottare. Si inibisce. E questa inibizione, che nell`uomo si accompagna con quella che noi chiamiamo l`angoscia, provoca altresì nel suo organismo delle perturbazioni biologiche estremamente profonde. Questo fa sì che se egli viene a contatto con un microbo, oppure ne è egli stesso portatore, mentre in una situazione normale avrebbe potuto debellarlo, in questo caso, non potendolo, ne sarà infettato. Nel caso di una cellula cancerogena, che egli avrebbe distrutto, si avrà un`evoluzione cancerogena. E, inoltre, i suoi disturbi biologici sfoceranno in tutte quelle che noi definiamo le malattie della civiltà o psicosomatiche: ulcere allo stomaco, ipertensione arteriosa, insonnia, stanchezza, malessere…"
La psicobiogenealogia con la decodifica biologica della malattia discende dalle scoperte di Henri Laborit. 

Tutte queste dinamiche sono spiegate nel libro: 

Elogio della FugaVoto medio su 1 recensioni: Buono
€ 13.00