1 ottobre 2018 

La pazienza e L’importanza del qui e ora

 

 

                Se passeggio in un bosco il contatto con la natura, questa mi vivifica, mi costringe a lasciare andare pensieri e pre-occupazioni. Mi sento bene, in pace con me stesso e sono pieno di energia.
               Sono naturalmente nel ‘qui e ora’, il tempo si ferma e mi sento al centro dell’Universo.
                Quando un evento della vita mi cade addosso e mi fa entrare in uno shock emozionale che mi getta in una crisi profonda come reagisco?

                È importante domandarselo perché, in realtà, il danno non è ciò che mi succede ma come io reagisco a ciò che mi succede.
                Se io mi faccio sconvolgere dall’emozione, sto consentendo ad un qualcosa di esterno a me di destabilizzare la mia macchina. Entro in paranoia, confusione, impazienza, imprevidenza, compulsività.
                Mi sono totalmente identificato con l’emozione e questa si è letteralmente impadronita di me stringendomi in una morsa.

                Allora come reagire in questi casi?
                Attenzione, auto-osservazione, pazienza e dis-identificazione da quello che mi sta succedendo e da questa emozione sono le risorse interiori cui dobbiamo attingere. Altrimenti non siamo più noi a governare noi stessi ma qualcun altro dei nostri tanti ‘io’ lo sta facendo per noi.
                E questo può provocare danni: da giudizi sommari, che sono veri e propri pre-giudizi su cose che non conosciamo, nei confronti di qualcosa o qualcuno che ci ha provocato questa situazione; ad uno scatto di rabbia che può portarci a fare cose di cui ci pentiremo.
                In realtà, per evitare di trovarci in queste situazioni, dobbiamo riportare, glacialmente, l’attenzione su noi stessi attivando l’auto-osservatore. Solo così possiamo riuscire a non farci destabilizzare.
                Osservare il processo, come se fosse qualcosa di esterno a noi, ci consentirà di riprendere il governo di noi stessi. Solo così potremo ritrovarci a passeggiare nel bosco ed in seguito riusciremo a trovare anche il senso di ciò che ci è successo.