10 gennaio 2019

La via della guarigione viaggia su diversi livelli.

 

 

0 Introduzione

 

Noi siamo fatti di diverse nature:


  1. Spirito

  2. mente-psiche

  3. fisico-corporale

 

      Purtroppo, anche perché nessuno ce l’ha insegnato, ci dimentichiamo che siamo prima di tutto puro spirito, pura essenza divina. 

      Eppure scopo della vita è sostanzialmente accorgerci di questo! 

      Ed allora, se ci riusciamo, un piccolo passo per volta, il nostro cammino può cominciare sotto i migliori auspici! 

      Anche se non è facile e richiede tempo ed una grande fiducia in se stessi e… non solo. 

      La bella notizia è che, man mano che ci riusciamo, Il velo comincia a dissolversi. 

      Ciò non significa che non dovremo continuare a affrontare i problemi che la vita ci metterà davanti ogni giorno. 

      Però questa ‘piccola’ scoperta ci aiuta non solo ad affrontarli e superarli ma, anche e soprattutto, ad accettarli come un fatto ineluttabile, necessario per la nostra crescita e lo sviluppo del tutto. 


Insomma, avendo dato un senso alle nostre difficoltà, il cammino sarà più facile e soprattutto, ma fondamentale, potrà cambiare il nostro atteggiamento mentale nei confronti di ciò che ci accade. Ci renderemo conto che ciò che ci accade non è un nostro nemico ma semplicemente un’occasione di crescita. 

      Io ho una convinzione profonda, frutto di tanti anni di ricerche e sperimentazione sul campo: 

      È Dio che comunica con noi attraverso il linguaggio delle emozioni. Le emozioni passano per il cuore e, se vissute pienamente, attivano una comprensione profonda che poi arriva alla mente. 

      Questo processo è l’inizio di tutto, uno dei passaggi fondamentali per la nostra crescita.
  

Differenza tra ‘CRESCITA PERSONALE’ e ‘POTERE PERSONALE’ 

      Che cos’ è la crescita personale? 

      Oserei dire che è quel percorso che facciamo per afferrare una fetta di verità sempre più grande. Per allargare il raggio della nostra coscienza. 

      Quindi ‘crescita personale’ significa prima di tutto lasciare andare le vecchie credenze! 

Per esempio: 

  • Se io smetto di pensare che la malattia è qualcosa che mi colpisce a caso perché l’aria è piena di virus o perché le mie cellule a un certo momento decidono di impazzire e se ne vanno per conto loro dove gli pare, ecco che ho fatto un primo grandissimo passo nel mio percorso di crescita;

  • Se io, di conseguenza sono capace di affidarmi:
  • alla saggezza del mio corpo, che ha milioni, se non miliardi di anni di evoluzione (dato che è il risultato della evoluzione dall’inizio dei tempi),

  • alla forza del mio spirito
  •  

    la mia guarigione sarà sempre e semplicemente un fatto naturale. 

          Certo le cose non sono così semplici né facili da capire, e tanto meno da realizzare. E non è solo un fatto di sapere ‘mentalmente’ che le cose stanno così, ma questa consapevolezza deve permeare ogni fibra ed ogni cellula del mio corpo. 

          E qui veniamo al secondo aspetto: IL POTERE PERSONALE 

          In cosa consiste il mio potere personale? 

          Premesso che tutti, nessuno escluso, abbiamo questo potere personale, la sfida è farlo venire in superficie, a livello di coscienza per poterlo utilizzare. 

          Tutti i grandi maestri, con i loro insegnamenti ci danno delle chiavi per attivare questo potere. Ma noi, travolti dalla quotidianità ed anche, diciamoci la verità perché non ci crediamo, generalmente, se anche per un po’ ci abbiamo provato, alla fine lasciamo perdere, scoraggiati, perché i risultati non arrivano. 

    In realtà i risultati arrivano sempre ma sono necessarie almeno due condizioni: 

          Quindi alcuni di noi hanno iniziato questo percorso, cioè sono stati capaci di mettere in discussione se stessi e hanno lasciato andare strati di vecchie pesantezze e condizionamenti culturali e mentali. 

                    Mentre per coloro che credono che esista solo il mondo materiale e la scienza ufficiale, beh! Per questi il percorso è ancora lungo e difficile dato che hanno una grande difficoltà a riconoscersi. 

           Vediamo di capire cosa sono e come funzionano queste chiavi. 

          Non è facile da spiegare ed è fondamentale capire che bisogna soprattutto sperimentare sia perché questo ci consente di acquistare sempre più fiducia e sia perché per ognuno di noi il potere si manifesta diversamente ed ognuno deve trovare la sua strada. 

     
    Come ho scritto all’inizio la nostra triplice natura in realtà è fatta di quattro elementi:
      

    Cerchiamo di capire cosa ci dicono questi quattro elementi:
      

    La prima cosa importante da capire è: 

    Chi guida la vostra macchina? 

    Siete in grado di governare i vostri quattro elementi o spesso vi capita di delegare il comando a qualche altra entità? 

    E, in questo caso, riuscite a capire chi si è impadronito della vostra consolle? 

    Bene! Questo è il primo piccolo passo: cominciate ad accorgervi di questo: capire quando non siete voi a dirigere ma qualcun altro, significa cominciare ad accorgersi che dentro di noi esiste una forza, una entità al di sopra di tutto che è allo stesso tempo il nostro vero sé ma anche quel qualcosa cui possiamo affidarci incondizionatamente. 

    Ma finché non impariamo a distinguere questo piccolo, sottile, quasi impercettibile aspetto non possiamo andare avanti! 

    Cominciate ad esercitarvi.
    [….] fine prima puntata [….] segue
     
    «A qualunque livello di evoluzione si trovi, ogni essere umano è chiamato ad avanzare ancora e ancora. Se non compie degli sforzi, il più delle volte è perché immagina che per lui la strada sia chiusa... Ma forse è aperta...Allora faccia degli esperimenti per sapere di che cosa è capace. Anche se non può andare molto lontano, tenga bene a mente che la perfezione divina è lo scopo della sua esistenza terrena. Certo, la perfezione divina è un ideale inaccessibile, eppure è alla realizzazione di quell`ideale che egli deve lavorare per costruire il proprio avvenire. A quel punto i suoi pensieri, i suoi sentimenti e i suoi più disparati desideri che lo trascinano in tutte le direzioni e lo indeboliscono, troveranno il loro padrone; saranno obbligati a partecipare alla sua impresa di rigenerazione, come egli stesso ha deciso. 

    Che scienza da acquisire, che disciplina da accettare, e quanti sforzi da fare ogni giorno! Ed è questa la cosa magnifica: essere sempre in movimento, avanzare, arrampicarsi. Tutto il senso della nostra esistenza sta in questo: nell`aspirazione alla perfezione divina.» Omraam Mikhaël Aïvanhov
     
    Letture consigliate: 

    Giuseppe Montaldo ‘I viaggi del matto’ (www.iviaggidelmatto.it  -  https://amzn.to/2FdTDa7)
     
    Yogananda ‘Autobiografia di uno yogi’ (https://www.macrolibrarsi.it/libri/__autobiografia-di-uno-yogi-libro.php?pn=87

    Aivanhov ‘Le basi spirituali della medicina’ (https://www.macrolibrarsi.it/libri/__le-basi-spirituali-della-medicina-libro.php?pn=87

    Schurè ‘I grandi iniziati’ (https://www.macrolibrarsi.it/libri/__i_grandi_iniziati.php?pn=87)