Il raggio del cuore

  • 23-08-2019
  • Giuseppe Montaldo

     ......L’Eremita ricominciò a parlare:

"Nel nostro ultimo incontro mi avete chiesto che cosa è il raggio del cuore. Bene, è giunto il momento di parlarne.

     Ascoltatemi bene. Quello che sto per dirvi è molto importante. È allo stesso tempo la base e lo scopo della vita e dell’esistenza.

     Noi siamo pura essenza divina che può percepire se stessa attraverso la coscienza. Questa coscienza è come una serie di cerchi concentrici il cui raggio tende all’infinito. All’alba della vita questo raggio è piccolissimo. L’uomo primordiale, come il bambino appena nato, ha confini limitati.


     Man mano che l’umanità si evolve e il bambino cresce, questi confini si allargano e l’uomo conosce e percepisce una realtà sempre più ampia. Fa esperienza della vita che sta intorno a lui e la trasforma in conoscenza per se stesso ma anche per quelli che verranno dopo di lui. E i confini crescono sempre di più.

     Questi confini misurano il raggio del tuo cuore. Man mano che questi confini si ampliano, aumenta la nostra percezione del divino. La parola percezione non è adeguata ad esprimere questi stati d’animo. Che avvengono nella nostra parte più profonda. Possono essere esperienze di estasi, di piacere e di benessere, di espansioni del cuore. E tutto ciò accade in situazioni particolari nelle quali ci accorgiamo che siamo entrati in un diverso stato di coscienza.

    

     Il raggio del cuore, quindi, si allunga e si accorcia ciclicamente ma tende ad ampliarsi man mano che entriamo in questi stati. Così ci evolviamo; prendendo consapevolezza di vivere esperienze che ampliano la nostra coscienza portandoci in mondi sconosciuti.

     Più è grande il raggio del nostro cuore, più siamo capaci di amore incondizionato.

     Ma c’è di più: l’ampliamento del raggio del cuore ci porta a vivere in maniera totale, olistica. Ciò significa che impariamo a vivere tutti i nostri stati di coscienza in maniera totale ed equilibrata.



Il pensiero di Omraam Mikhaël Aïvanhov del 23 agosto 2019

 

« La felicità è un dono del cuore. Per essere felici è necessario allargare il proprio cuore, e allargarlo fino all'infinito per abbracciare l'universo intero. È l'amore che apre la via della felicità: sì, l'amore, non la scienza né la filosofia. Coloro che sanno molto non necessariamente trovano la felicità, e lo si vede; mentre invece, coloro che non sanno gran che, ma che hanno un cuore grande, si sentono felici.

Il Creatore ha posto la felicità nel cuore, non nell'intelletto. La scienza e la saggezza possono solo preparare il cammino, orientare, illuminare. Per essere felici bisogna amare, ma avendo come guida la saggezza, in modo da sapere a quali esseri e a quali imprese dare il proprio amore, altrimenti si va incontro alle peggiori delusioni e si sarà molto infelici. L'amore e la saggezza sono dunque legati tra loro. La saggezza mostra all'amore come illuminarsi, e l'amore mostra alla saggezza come riscaldarsi...  » 

Conferenze



GIUSEPPE MONTALDO

è ricercatore,
scrittore,
naturopata e ingegnere.
Si occupa principalmente di guarigione emotiva e spirituale.

Gli strumenti di cui si avvale sono:

Vive a Cagliari


Cerca nel sito

Gli ultimi articoli



Iscrizione al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post assieme agli inviti agli eventi.


Social




Cookies policy

Il presente sito Web archivia cookie sul computer dell'utente, che vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito e ricordare i comportamenti dell'utente in futuro. I cookie servono a migliorare il sito stesso e offrire un servizio più personalizzato, sia sul sito che tramite altri supporti. Per ulteriori informazioni sui cookie, consultare l'informativa sulla privacy e la cookie policy. Se non si accetta l'utilizzo, non verrà tenuta traccia del comportamento durante la visita, ma verrà utilizzato un unico cookie nel browser per ricordare che si è scelto di non registrare informazioni sulla navigazione.

© Copyright 2018 Giuseppe Montaldo. Tutti i diritti riservati - All rights reserved.

Privacy policy

Cookies policy