Una separazione

  • 17-11-2018
  • Giuseppe Montaldo

"Coloro che non riescono ad amare sé stessi sono come neonati molto ‘sviluppati’ che vagano con il loro ‘cordone ombelicale’ in mano alla ricerca di qualcuno a cui ‘riattaccarlo’ e a cui dare la responsabilità della propria Felicità.” (Fabio Marchesi - Amati!)


“Il dado è tratto” pensava Dalia mentre si stava preparando per uscire con Carlo. Dopo la sua richiesta avevano deciso di prendersi una giornata di riposo per fare una passeggiata in un posto tranquillo. Aveva dovuto farsi coraggio, molto coraggio per fare questo passo. Conosceva la durezza del marito e aveva il presentimento che sarebbe uscita fuori e che non sarebbe stata una cosa piacevole. Ma ormai non sarebbe tornata più indietro e, solo due giorni prima, aveva raccolto tutte le sue forze e gli aveva detto che aveva bisogno di parlargli.


Nonostante le insistenze di lui che voleva sapere di quale argomento si trattasse, lei aveva resistito e gli aveva detto che avrebbe saputo tutto al momento. Mentre uscivano Carlo aveva l’aria preoccupata ed il viso leggermente adombrato. Dalia disse una battuta per alleggerire la tensione e Carlo si sforzò di sorridere ma ne risultò solo una smorfia.


Le mete erano la visita ad un pozzo sacro, quindi un delizioso paesino dove si sarebbero fermati a mangiare. Mentre si avvicinavano al pozzo lesse quanto aveva scaricato da Internet: “La costruzione risale a circa 1200 anni prima di Cristo, e il fatto di essere così vetusta rende ancora più grande la meraviglia di chi osserva, se si considerano le complesse simbologie e la perfezione esecutiva di quell’opera”. Ricordava che un amico ingegnere le aveva detto che l’opera era stata realizzata prima che esistessero i progetti su carta. A chi osserva attentamente l’opera la cosa aveva dell’incredibile. Mentre scendeva i gradini Dalia percepiva l’atmosfera che emanava dal luogo e una volta raggiunto l’ultimo gradino si sedette ed immerse i piedi nell’acqua. Entrò immediatamente in una meditazione profonda e non si rese conto del tempo che passava tanto che Carlo dovette chiamarla più volte per ‘risvegliarla’.


Ripresero il viaggio e si fermarono in un paesino. È un paesino incantevole e passeggiare nelle piccole stradine in mezzo alle case dà l’impressione di percorrere un sentiero di montagna tanto le costruzioni sono bene inserite nell’ambiente naturale. L’energia e l’atmosfera del luogo, assieme alla pace che creavano dentro di lei, la trasportavano verso un entrare in sintonia con Carlo, nonostante tutto, ma Lei percepiva che non doveva farsi condizionare da quelle sensazioni perché, sapeva, erano solo momentanee e contingenti. Anzi, decise che, vista l’atmosfera rilassata, questo era il momento per avviare il difficile dialogo con suo marito. Lei pensava a come cominciare e a cosa dire per farsi capire. Sperava che sarebbero riusciti a parlare serenamente, per cui decise di partire da molto lontano.

Conferenze



GIUSEPPE MONTALDO

è ricercatore,
scrittore,
naturopata e ingegnere.
Si occupa principalmente di guarigione emotiva e spirituale.

Gli strumenti di cui si avvale sono:

Vive a Cagliari


Cerca nel sito

Gli ultimi articoli



Iscrizione al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post assieme agli inviti agli eventi.


Social




Cookies policy

Il presente sito Web archivia cookie sul computer dell'utente, che vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito e ricordare i comportamenti dell'utente in futuro. I cookie servono a migliorare il sito stesso e offrire un servizio più personalizzato, sia sul sito che tramite altri supporti. Per ulteriori informazioni sui cookie, consultare l'informativa sulla privacy e la cookie policy. Se non si accetta l'utilizzo, non verrà tenuta traccia del comportamento durante la visita, ma verrà utilizzato un unico cookie nel browser per ricordare che si è scelto di non registrare informazioni sulla navigazione.

© Copyright 2018 Giuseppe Montaldo. Tutti i diritti riservati - All rights reserved.

Privacy policy

Cookies policy