Le sequenze emotive

Come funzionano i debiti degli antenati che dobbiamo ancora pagare

  • 25-01-2016
  • Giuseppe Montaldo

Cosa sono le sequenze emotive? 

Dobbiamo risalire fino ai nostri bisnonni per capire l’origine di molti dei conflitti e dei problemi che viviamo nella nostra vita. Molti di questi tendono a ripetersi con regolarità sconcertante. E se andiamo ad indagare sono gli stessi che avevano alcuni dei nostri antenati. Noi siamo la nostra genealogia.


I nostri antenati, a loro tempo non erano riusciti a risolverli, lasciandoli in eredità a noi come “sequenze emotive non concluse”. A noi la possibilità di chiudere queste sequenze emotive.


Ma cos’è una sequenza emotiva?
Facciamo un esempio: immaginiamo che io, giocando una partita di pallacanestro, abbia ricevuto una brutta botta da un avversario. Anziché accettare il colpo come un incidente di gioco, reagisco male ed insulto l’avversario nonostante questo si giustificasse “non l’ho fatto apposta”. Alla fine della partita neanche gli chiedo scusa e mi tengo dentro di me l’emozione non risolta. Dopo un certo tempo mi capiterà di colpire involontariamente un avversario e mi ricorderò della mia reazione sbagliata. Proverò un’emozione (rimorso). Avrei dovuto comportarmi diversamente col mio avversario precedente mettendomi nei suoi panni. Se io lo ritrovo, gli spiego cosa mi è successo e gli chiedo scusa per il mio comportamento. Se le scuse sono sincere e sentite, posso chiudere questa sequenza emozionale.

Ma vediamo cosa succede se io non ritrovo il mio avversario e non mi scuso. Mi nasce un figlio. A lui capiterà un incidente molto simile. Se sarà capace di non reagire mantenendo la calma e capendo l’involontarietà del fallo, facendo diversamente da me avrà concluso la sequenza emozionale. Quindi a suo figlio non capiterà un episodio simile. Può anche succedere che io mi scusi con il mio avversario dopo che è nato mio figlio. A mio figlio allora non succederà mai niente di simile. Mio figlio viene ripulito di questa memoria.

La nostra mente ha memorizzato delle memorie automatiche per risolvere i nostri traumi emotivi. La nostra parte subconscia fa questo per proteggerci ed evitarci di ripetere le sofferenze già vissute. Attraverso la conoscenza di questa carta noi possiamo trasformare queste memorie emotive e liberarci di questi risentiti.

Conferenze



GIUSEPPE MONTALDO

è ricercatore,
scrittore,
naturopata e ingegnere.
Si occupa principalmente di guarigione emotiva e spirituale.

Gli strumenti di cui si avvale sono:

Vive a Cagliari


Cerca nel sito

Gli ultimi articoli



Iscrizione al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post assieme agli inviti agli eventi.


Social




Cookies policy

Il presente sito Web archivia cookie sul computer dell'utente, che vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito e ricordare i comportamenti dell'utente in futuro. I cookie servono a migliorare il sito stesso e offrire un servizio più personalizzato, sia sul sito che tramite altri supporti. Per ulteriori informazioni sui cookie, consultare l'informativa sulla privacy e la cookie policy. Se non si accetta l'utilizzo, non verrà tenuta traccia del comportamento durante la visita, ma verrà utilizzato un unico cookie nel browser per ricordare che si è scelto di non registrare informazioni sulla navigazione.

© Copyright 2018 Giuseppe Montaldo. Tutti i diritti riservati - All rights reserved.

Privacy policy

Cookies policy