La Giustizia

Realtà, perfezionismo e discernimento

  • 18-06-2019
  • Giuseppe Montaldo

LA GIUSTIZIA

 

Una delle caratteristiche fondamentali della Giustizia è il bisogno di essere perfetta.

Questo bisogno può essere vissuto in positivo e quindi in armonia o in totale disarmonia.

 

Questo suo bisogno di perfezione nasce dal fatto che idealizza il mondo, che verrebbe perfetto.

In negativo quindi è portata a criticare il mondo e tutti quelli che non sono perfetti come lei vorrebbe.

Insomma se le cose vanno male è sempre colpa degli altri.

 

E la Giustizia, molte volte, trasforma questa colpa in giudizi pesanti che a volte sono assolutamente generici e astratti, altre volte sono giudizi di valore sulle persone.

 

In realtà, quando questo accade, stanno dando ad altri quei giudizi, che, nel loro subconscio, rivolgono a se stessi.

 

E non rendendosi quanto di quanto male si fanno con questi atteggiamenti.

Il mondo ti restituisce sempre ciò che tu gli dai.

Dai odio e giudizi pesanti e riceverai odio e giudizi pesanti.

 

In armonia sono capaci di vedere nelle cose del mondo gli aspetti più positivi. In questo modo, anziché impoverirsi, si arricchiscono. Diventa una sfida al miglioramento.

 

La Giustizia è dotata di discernimento ed è importante che impari ad usare questo discernimento per analizzare la realtà così com’è non come vorrebbe che fosse.

 

Il guaio è che, in disarmonia, usa molto male questa sua dote.

La critica gratuita è qualcosa che scava dentro e porta a colpevolizzarsi e a rinchiudersi sempre di più nel suo senso di imperfezione.

 

Se non vi pone rimedio l’odio per il mondo e per chi le ha fatto del male si trasforma in un senso di ingiustizia perenne e questo può rendere cinici e impotenti.

Per la Giustizia è quindi molto importante elaborare i lutti.

Altrettanto fondamentale per la Giustizia è andare nella polarità opposta.

Insomma mettersi nei panni dell’altro, di quello che sta giudicando, odiando e condannando.

 

NELLA RELAZIONE

Se hai la Giustizia nella relazione e non riesci ad equilibrarla, le tue relazioni saranno molto tormentate.

La giustizia cerca sempre la relazione perfetta e, se la carta è vissuta in disarmonia, non la troverà mai.

 

Perché?

È molto semplice:

la giustizia vissuta in conflitto si sente sempre giudicata, si sente sempre trattata ingiustamente.

 

Come venirne a capo?

Smettendo di colpevolizzare l’altro e comprendendo che la ferita è dentro di lei e deve guardarci dentro.

 

Altrimenti il rischio è trasformare l’amore - sempre che questo non sia una pia illusione - in lotta di potere.

E in una lotta di potere siamo sempre perdenti.

 

Perché in amore non si vince e non si perde. Si vive.

Quindi la parola d’ordine è: vince chi ama.

 

Se non riesci a fare questo, trasformerai il tuo partner nel tuo peggior nemico.

Inutile idealizzare il mondo e pretendere che sia lui a darti ciò che non riesci a riconoscere dentro di te: la tua essenza divina.

 

 

 

Conferenze



GIUSEPPE MONTALDO

è ricercatore,
scrittore,
naturopata e ingegnere.
Si occupa principalmente di guarigione emotiva e spirituale.

Gli strumenti di cui si avvale sono:

Vive a Cagliari


Gli ultimi articoli



Iscrizione al blog

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog, e ricevere via e-mail le notifiche di nuovi post assieme agli inviti agli eventi.


Social




Cookies policy

Il presente sito Web archivia cookie sul computer dell'utente, che vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito e ricordare i comportamenti dell'utente in futuro. I cookie servono a migliorare il sito stesso e offrire un servizio più personalizzato, sia sul sito che tramite altri supporti. Per ulteriori informazioni sui cookie, consultare l'informativa sulla privacy e la cookie policy. Se non si accetta l'utilizzo, non verrà tenuta traccia del comportamento durante la visita, ma verrà utilizzato un unico cookie nel browser per ricordare che si è scelto di non registrare informazioni sulla navigazione.

© Copyright 2018 Giuseppe Montaldo. Tutti i diritti riservati - All rights reserved.

Privacy policy

Cookies policy